logo

Più di un’agenzia

di comunicazione

Sunset è comunicazione, produzione, marketing e cultura.
Le nostre parole d’ordine sono creatività e professionalità.

Title image

Archive

La storica fabbrica di calze Omsa di Faenza chiude dopo 50 anni per delocalizzare in Serbia, licenziando 350 persone, quasi tutte donne. Un gruppo di queste operaie in cassa integrazione ha deciso di raccontare la propria storia di rabbia e delusione attraverso il teatro di strada. Una battaglia originale e fruibile che ha aiutato a far conoscere la vertenza Omsa a livello nazionale e ha permesso a queste donne tenaci di...

Il documentario racconta le migrazioni di ritorno nelle province di Khouribga, Beni Mellal e Fkih Ben Salah, il cosiddetto "Triangolo della Morte", principale bacino d’emigrazione dal Marocco verso il sud dell’Europa, descrivendo le problematiche legate a questo fenomeno da un punto di vista di genere e concentrandosi sulle storie femminili. Narra le vicende di sei donne marocchine, tornate nella loro terra d’origine dopo essere emigrate e aver vissuto in Europa, mettendo...

Collins, Patrick, Tony sono alcuni dei giovani rifugiati che, fuggiti dalla Libia, hanno trovato un luogo di accoglienza a Lugo e Faenza. Attraverso un progetto di teatro di strada realizzato dal Teatro Due Mondi i rifugiati riescono a rielaborare e a raccontare le loro storie, spesso drammatiche e dolorose. Il documentario corre parallelo al progetto teatrale, narrandone gli sviluppi, il loro quotidiano e i loro ricordi, riuscendo così tanto a recuperarne...

Il documentario racconta, attraverso le analisi e le testimonianze di esperti e di operatori del mondo economico e produttivo di Forlì, i rischi connessi all'espansione e al radicamento di nuove e vecchie mafie. In un quadro economico globale segnato dalla crisi e dalla stretta del credito, gli unici attori che dispongono di quantità pressoché illimitate di denaro sono le mafie. Tale situazione favorisce le infiltrazioni della criminalità organizzata, infiltrazioni che potrebbero...

"A Bagnile vivevan gli eroi" è il titolo della poesia che ricorda i drammatici fatti accaduti nella piccola frazione di Bagnile, nel cuore della bassa pianura cesenate, durante il Passaggio del Fronte, anno 1944. Un gruppo di ragazzi del luogo intervista i propri nonni e gli anziani del paese documentando la memoria storica di una comunità contadina che è stata vittima e testimone delle piccole grandi tragedie che affollano la Storia...